Doppia preferenza di genere: all’Ars Fi chiede abrogazione. Catania, SC: “Legge ha portato più donne nelle istituzioni”

A Palermo dal 2% al 30% di donne, oggi

dichiarazione di Giusto Catania, capogrupo di Sinistra Comune

(Palermo, 14/02/2018) –  “Il Ddl appena presentato da Forza Italia all’Ars cancellerebbe con un colpo di spugna i primi risultati di  una legge  che cerca di modernizzare la Sicilia. A Palermo, la presenza delle donne in Consiglio Comunale, da 1 sola eletta su 50 nel 1997 (il 2%), è passata a 12 donne elette su 40 (il 30%) .
La presenza delle donne nei luoghi decisionali non è una questione  di ‘riserve’ o ‘aiutini’  –  come scrive il Capogruppo di Forza Italia all’Ars, Giuseppe Milazzo  – ma una questione di giustizia sociale. Ridurre il gap fra uomini e donne nelle istituzioni è un passo in avanti per raggiungere la parità di genere nella società e nel mondo del lavoro.

La posizione di Milazzo è intrisa di cultura maschilista. Il capogruppo di Fi  dovrebbe  osservare infatti i numeri del suo partito, per scoprire che Forza Italia, dal 1997 al 2012,  ha  portato a Palazzo delle Aquile una sola donna sui 35 consiglieri complessivamente eletti negli anni. In questa consiliatura, invece, con la doppia preferenza di genere il gruppo di Forza Italia ha eletto  2 donne su 4 consiglieri: il 50% . Un dato che dovrebbe invitare alla riflessione l’on. Milazzo e farlo desistere dal proposito di chiedere l’ abrogazione di una legge di democrazia e civiltà.”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...