Inchiesta Giano Bifronte, SC: “Alzare polveroni serve solo a screditare la politica.”

“Occorrono maggiore vigilanza e impulso”

Dichiarazione dei Consiglieri comunali di Sinistra Comune: Barbara Evola, Fausto Melluso, Katia Orlando, Marcello Susinno.

(Palermo, 05/03/2020) – “L’inchiesta della Procura che ha scosso il Comune di Palermo merita rispetto e attenzione: chi, in queste ore, sta scegliendo di alzare polveroni per guadagnare qualche squarcio di visibilità accresce la sfiducia dei cittadini nei confronti della politica. Sulla vicenda dei programmi costruttivi occorre rivendicare come un merito oggettivo, anche della nostra forza politica, il fatto che il Consiglio comunale abbia scelto di bocciare gli atti impedendo la cementificazione della città. 

Appare poco edificante il tentativo di qualche consigliere comunale uscito velocemente dall’aula  durante le operazioni di voto di accreditarsi oggi come paladino della legalità. Il dovere della politica non è quello di commentare le notizie sui social e sulla stampa ma di lavorare alacremente  per la città. Bisogna vigilare per garantire massima trasparenza sugli atti in itinere e su quelli che approderanno in aula perché fermare tutta l’attività amministrativa crea le condizioni per il clientelismo e la corruzione. Questo Consiglio comunale, se vuole proseguire il suo lavoro con dignità e riabilitare la buona politica,  deve assumersi l’onere e la responsabilità di controllare, discutere ed esitare atti fondamentali per lo sviluppo della nostra città.  Augurando buon lavoro alla nuova giunta, auspichiamo una maggior collaborazione fra i due organi di governo”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...