SC esprime soddisfazione per la scongiurata cassa integrazione per i lavoratori RESET disposta oggi dal sindaco Leoluca Orlando


Dichiarazione dei portavoce di Sinistra Comune: Antonella Leto, Luigi Carollo, Alberto Mangano e Ramon La Torre


(Palermo, 25/10/2010) – Sinistra Comune esprime soddisfazione per la scongiurata cassa integrazione per i lavoratori RESET disposta oggi dal sindaco Leoluca Orlando. Al contempo non si può non constatare con preoccupazione che la necessaria riorganizzazione del personale, della forma societaria e la qualità dei servizi resi dalle partecipate del comune alla comunità restino al palo di un non più procrastinabile ragionamento all’interno della maggioranza di governo della città. Specie nella situazione di emergenza sociale ed economica  che stiamo vivendo è essenziale che i servizi resi ai cittadini siano più efficienti ed economici.

Continua a leggere “SC esprime soddisfazione per la scongiurata cassa integrazione per i lavoratori RESET disposta oggi dal sindaco Leoluca Orlando”

Covid, Evola: “Amat proceda subito ad assunzioni di autisti. Occorre aumentare il numero delle vetture in servizio”

Dichiarazione di Barbara Evola, capogruppo di Sinistra Comune.

(Palermo, 24/10/2020) – “L’emergenza sanitaria impone una migliore organizzazione del trasporto pubblico locale evitando gli assembramenti sugli autobus. Se la capienza dei mezzi pubblici sarà dimezzata, occorrerà aumentare il numero delle vetture in servizio. Per questa ragione diventa ancora più urgente che Amat proceda alle assunzioni del personale così da migliorare l’efficienza del trasporto pubblico.

Continua a leggere “Covid, Evola: “Amat proceda subito ad assunzioni di autisti. Occorre aumentare il numero delle vetture in servizio””

Reset. Sinistra Comune: “Inaccettabile cassa integrazione per lavoratori”

Dichiarazione dei consiglieri comunali di Sinistra Comune: Barbara Evola, Fausto Melluso, Katia Orlando, Marcello Susinno


(Palermo, 23/10/2020) – La cassa integrazione per i lavoratori di Reset è una misura inaccettabile, soprattutto in questa situazione di incertezza sanitaria che rischia di acuire problemi sociali ed economici.Chiediamo immediatamente al presidente Perniciaro di bloccare le procedure ed intanto si invita l’Amministrazione comunale a predisporre celermente lo schema di bilancio, strumento che consentirà di trovare le risposte alle giuste esigenze dei lavoratori di Reset.
Intanto, è urgente e necessario che il CDA di Rap proceda immediatamente alla mobilità dei 94 lavoratori di Reset che devono transitare verso l’azienda che si occupa di igiene ambientale.

Continua a leggere “Reset. Sinistra Comune: “Inaccettabile cassa integrazione per lavoratori””

Approvato rendiconto 2019: fotografia dei disastri generati dalle riforme di contabilità


Dichiarazione di Barbara Evola, presidente Commissione Bilancio

(Palermo, 20/10/2020) – Il rendiconto 2019, così come quelli del periodo 2015-2018, è la spia manifesta del disastro generato dalla riforma dell’assetto istituzionale degli enti locali e dalle riforme contabili fatte negli ultimi anni.
Le drastiche riduzioni di trasferimenti statali,  € 3.737.157.778,59 nel 2005-11, €1.921.251.,05 nel 2012-19 , l’obbligo di accantonamenti che congelano somme  spropositate   invece di reinvestirle  a vantaggio della comunità, hanno di fatto snaturato il ruolo dei Comuni che riescono sempre meno a garantire i servizi essenziali.

Continua a leggere “Approvato rendiconto 2019: fotografia dei disastri generati dalle riforme di contabilità”

Denunce racket Borgo Vecchio. SC: “Segnale positivo, di liberazione, per la città”


Dichiarazione dei consiglieri comunali di Sinistra Comune: Barbara Evola, Fausto Melluso, Katia Orlando, Marcello Susinno


(Palermo, 13/10/2020) – Le denunce del racket a Borgo Vecchio, che hanno portato al fermo di 20 persone, sono un messaggio fortissimo di liberazione per l’intera città.
Sono tanti i commercianti e gli imprenditori che si sono ribellati al pizzo, in un momento tra l’altro di crisi economica e sociale dovuta alla pandemia in cui il rischio che la rilevanza delle mafie cresca è alto: a loro e alle forze inquirenti va la nostra più forte gratitudine.
Ora lo Stato non arretri, ma investa ed accompagni in ogni modo il quartiere di Borgo Vecchio che, come molti a Palermo, continua a vivere gravi privazioni: serve stare vicini a chi ha denunciato ma anche all’intera comunità, in termini di servizi educativi, sociali e di welfare.

Continua a leggere “Denunce racket Borgo Vecchio. SC: “Segnale positivo, di liberazione, per la città””