SFERRACAVALLO, LA PROPOSTA DI SC : “La rivoluzione ecosostenibile della città passa anche da qui”. Rimossi i cassonetti dell’indifferenziata

Dichiarazione dei portavoce di Sinistra Comune: Antonella Leto, Luigi Carollo, Alberto Mangano e Ramon La Torre

(Palermo, 02/09/2020) – La comunità di Sferracavallo ha già raggiunto un risultato importante. I cassonetti dell’indifferenziata sono stati rimossi per consentire il conferimento dei rifiuti nel rispetto delle regole. L’interlocuzione tra le associazioni che operano sul territorio, liberi cittadini e il governo della città continua e sta dando risultati che sono sotto gli occhi di tutti.
La comunità di Sferracavallo può adesso fare un ulteriore balzo in avanti facendosi parte attiva nel costituirsi come Comitato permanente per la coprogettazione e realizzazione di interventi nella borgata.

Senza un’azione sinergica da parte di Cittadini e Comune sarà difficile affrancarsi dal degrado e promuovere il cambiamento di rotta che la borgata merita, malgrado la complessità del momento e le difficoltà del Comune le cui radici affondano nelle scelte di politica nazionale che hanno drasticamente diminuito le risorse a disposizione degli enti locali.

Ecco le nostre proposte: Continua a leggere “SFERRACAVALLO, LA PROPOSTA DI SC : “La rivoluzione ecosostenibile della città passa anche da qui”. Rimossi i cassonetti dell’indifferenziata”

Assistenza igienico-sanitaria: “affidamento al personale ATA decisione non perseguibile”.

Dichiarazione delle consigliere comunali di Sinistra Comune: Barbara Evola e Katia Orlando

(Palermo, 02/09/2020) – La decisione del Comune di Palermo di sospendere, a seguito del parere non vincolante emesso dal CGA il 5.5.2020, il servizio di assistenza igienico-sanitaria, finora garantito agli alunni disabili delle scuole di primo e secondo ciclo con personale interno specializzato, rischia di danneggiare ulteriormente un anno scolastico già compromesso dalla difficile attuazione delle indicazioni ministeriali anti Covid-19. Chi vive il mondo della scuola sa bene che non è ipotizzabile assegnare mansioni delicate e fondamentali per il benessere degli studenti più fragili a personale, i collaboratori scolastici, che è stato già drasticamente ridotto e che deve garantire la sicurezza e la vigilanza all’interno degli edifici scolastici.
Dall’Amministrazione che sosteniamo ci aspettiamo posizioni differenti dall’appiattimento ad una normativa nazionale che purtroppo risponde a logiche economiche volte al risparmio e non all’applicazione del diritto costituzionale all’inclusione scolastica.
Ci appelliamo all’assessora Marano perché faccia una scelta politica coraggiosa e in controtendenza per garantire pienamente un livello di assistenza dignitoso e adeguato alle esigenze reali degli alunni e delle alunne disabili.

Sferracavallo, nella notte cassonetti colmi di rifiuti ed ingombranti. SC: “La borgata ha voglia di riscatto, i responsabili del degrado saranno individuati”

Dichiarazione dei portavoce di Sinistra comune: Antonella Leto, Luigi Carollo, Alberto Mangano e Ramon La Torre

(Palermo, 31/08/2020) – Sferracavallo vuole risorgere ma non appena tira fuori la testa dal degrado c’è chi l’affonda con estrema malvagità. Un atto di sfida che non può restare impunito. Adesso occorre identificare i trasgressori, porsi dalla parte della cittadinanza sana e consapevole, e perseguire con gli strumenti della legalità, del diritto e della sana convivenza ogni atto di malacittadinanza. Al contempo occorre proseguire nel percorso di partecipazione già in corso e costruzione di processi virtuosi. Raccolta differenziata estesa, rinaturazione, conquista di spazi da sottrarre al degrado e all’inquinamento. Continua a leggere “Sferracavallo, nella notte cassonetti colmi di rifiuti ed ingombranti. SC: “La borgata ha voglia di riscatto, i responsabili del degrado saranno individuati””

Palermo, raid all’istituto Levi Montalcini di Borgo Nuovo.SC: “Vergognoso attacco ai diritti di bambini e bambine”

Dichiarazione dei consiglieri comunali di Sinistra Comune: Barbara Evola, Fausto Melluso, Katia Orlando, Marcello Susinno

(Palermo, 31/08/2020) – “Il raid alla scuola Levi Montalcini di Borgo Nuovo è un vergognoso attacco ai diritti di tutti i bambini e le bambine, in primis quello di ricevere istruzione ed educazione, di crescere in uno spazio accogliente e costruito apposta per loro. Siamo vicini alla preside Marina Venturella ed esprimiamo solidarietà a tutte le insegnanti e ai docenti, certi che il rapporto di collaborazione con il quartiere e le famiglie, costruito nel tempo, innescherà subito una reazione positiva. Continua a leggere “Palermo, raid all’istituto Levi Montalcini di Borgo Nuovo.SC: “Vergognoso attacco ai diritti di bambini e bambine””

Su disabilità, scuola, politica e pandemia. #KatiaOrlando #BarbaraEvola

Aleggiano tante incertezze sulla riapertura delle scuole: i fondi che tardano ad arrivare, le aule non adeguate, il personale docente insufficiente e il numero di studenti per classe sovradimensionato. A ciò si aggiunge lo spettro dei doppi turni e l’oggettiva difficoltà di garantire le norme di sicurezza all’interno delle scuole, specie dell’infanzia e della primaria.
Il mondo della scuola auspicava che la pandemia fosse l’occasione per nuovi investimenti, per rinnovare edifici e potenziare l’organico, per dare nuova linfa al sistema pubblico dell’istruzione. Auspicava, appunto.
Le preoccupazioni si accentuano pensando al futuro degli studenti disabili in Sicilia. Nei lunghi mesi di quarantena, gli studenti con disabilità sono rimasti soli e totalmente a carico delle famiglie che, laddove potuto, li hanno supportati nella “Didattica a Distanza” (DAD), senza l’affiancamento di alcuna figura specializzata e, molto spesso, senza più le fondamentali attività riabilitative e terapie extra scolastiche. Per la maggior parte degli interessati un’esperienza drammatica vissuta in solitudine.
I docenti di sostegno e gli assistenti alla comunicazione sono riusciti a seguire on Line gli studenti la cui disabilità permette di svolgere attività a distanza. Gli assistenti all’igienico-personale, a cui è affidato il compito delicato dell’assistenza alle necessità fisiologiche e altre forme di accudimento, sono invece rimasti a casa, peraltro senza contratto, poiché non è stato loro consentito di convertire il proprio lavoro con l’assistenza domiciliare, previsto da un preciso DPCM.
Continua a leggere “Su disabilità, scuola, politica e pandemia. #KatiaOrlando #BarbaraEvola”